Archivio mensile:febbraio 2009

SMS per la Quaresima 2009 – don Prospero

- Mercoledì delle ceneri: dopo la Terra il Cielo. Mi ricorderò tre volte al giorno del Cielo per vivere con tre volte più coraggio la Terra!

– Beati i Poveri in Spirito: se ti senti povero per quello che puoi dare. Ma ricchissimo se, fermandoti tre volte al giorno ti scopri tabernacolo dell’Altissimo!

– Beati i poveri. Dammi Signore salute e benessere per servire e ringraziarTi. Toglimeli quando mi facessero correre il pericolo di vivere come se Tu non ci fossi.

– Beati gli Afflitti. Perchè il dolore? Gesù ha testimoniato : “IL DOLORE PER AMORE E’ SALVATORE” Ma perchè il dolore? Non rispose. L’ Uomo è Uomo solo se si pone i perchè senza risposta!

– Beati gli afflitti. Il dolore invincibile: rifiutato to marcisce dentro come spazzatura. Accolto e offerto con Gesù diventa concime di fiori nuovi per te e per il mondo.

– Beati gli afflitti. Se pensando alla sofferenza dei bambini avrai perso il sonno dubitando dell’esistenza di Dio, sta contento. Vuol dire che Dio conta davvero per te

– Beati gli afflitti. Prima di pensare la Tua Croce per aiuto e sens alle mie croci, “vivrò″ sgomento Te Crocifisso uomo-Dio- che-muore-davvero-allora-sanguinante-pensandomi.

– Sport Quaresima. Per non retrocedere: confessarsi tre volte l’anno: Avvento, Quaresima, Pentecoste. Per avanzare incontra ogni mese una guida spirituale, uomo o donna, per verificare il cammino!

– Beati i misericordiosi. Beato tu se non dovrai più perdonare nessuno, perchè, trafitto il cuore da frecce, non l’hai marcito: hai compatito e poi amato ogni arcere!

– Beati i misericordiosi: solo quando avrai bisogno e gioia del perdono del Padre, pari bisogno e gioia vivrai nel perdono ai fratelli.

– Beati i misericordiosi. Beato tu se sai soffrire per l’arciere che ti mira: chissà quanta sarà l’amarezza nel suo cuore se così amara è la freccia che ti ha colpito!

– Beati i misericordiosi: sentiti sospinto in alto dallo Spirito Santo sulle vette della misericordia quando ti lascerai perdonare in silenzio di un errore non tuo.

– Beati i misericordiosi. Beato tu se considererai grande dono l’esser deriso per i sogni d’Amore che sogni per il lavoro, nel condominio, coi parenti, in parrocchia.

– Beati i costruttori di pace. Che bello quando due per il solo fatto di prendersela con te, diventano amici fra loro! Certo, cominciano male, ma almeno cominciano!

-Beati i costruttori di pace. Beato tu, quand’anche in fiera guerra con te stesso e col mondo, se credi FINO A SENTIRLA, quella pace di Lui con te, così come sei adesso!

– Beati gli affamati e assetati di giustizia. Beato tu quando senti l’esigenza di giustizia per un altro, qui o chissà dove, come se riguardasse personalmente te!

– Beati gli affamati e assetati di giustizia. Beato tu quando senti l’esigenza di giustizia per un altro, qui o chissà dove, come se riguardasse personalmente te!

– Beati gli affamati e assetati di giustizia. Beato il cuore assetato di giustizia, ma più beato chi nulla più spera per chi ama, che nulla più s’asseti che di che di giocarsi per la giustizia.

– Beati gli affamati e assetati di giustizia. Beato chi promuove il Povero, nella segreta speranza di farlo ricco, in tal modo da rimpiangere la passata povertà, più ricca della presente ricchezza.

– Beati i puri di cuore. Beato chi coniuge, genitore, figlio, amico, ha la gioia di sentirsi abbracciare il corpo solo dopo essersi sentito bussare alla porta del cuore.

– Beati i puri di cuore perchè vedranno Dio. No. Fin d’ora, dentro l’Anziano avvizzito, al di là delle trasparenti veline, colgono solo la scintilla dell’eterno. Desiderarlo!

– Beati i puri di cuore. Beato tu se attraversando la giungla intricata della vita ti fermerai a raccogliere soprattutto le violette nascoste: vivrai una vita profumata.

– Il profumo sprecato per i piedi di Gesù. Beato tu se desidererai sprecare il tuo tempo a occhi chiusi per vedere Dio, più che facendo il più necessario.

– Quello che devi fare fallo subito. Beato chi vive ogni situazione comune in modo così speciale come se fosse l’ultima occasione per quella situazione.

– Mt. 26.25 “Sono forse io?” Fino ad un attimo prima dell’ultimo hai avuto per lui sguardi specialissimi. Anch’io mi sento guardato così, traditore perciò prediletto

– Giovedì Santo Lc. 22,19 “Spezzato-mi, spezza-ti!”

-Venerdì Santo Os. 13,14 1Cor. 15,55  “dov’è ora , o Morte, il tuo pungiglione?”

– Sabato Santo: un giorno senza Eucarestia. E se nè Eucarestia nè Dio fossero mai esistiti? Perchè io ho la fede e i miei vicini vivono come se Dio e terremoto non fossero?

-La Pasqua di Resurrezione vera dopo il terremoto ti cambia il programma delle vacanze estive.  Santa Pasqua! Buone vacanze estive, con affetto, vero.    Prospero